Alimentazione Ricette

Polenta Taragna, cos’è?: la ricetta originale

Polenta Taragna
Polenta Taragna

Tra le tante varianti della Polenta ecco che una delle più conosciute ed apprezzate è sicuramente la Polenta Taragna. Un piatto unico in cui viene utilizzata anche la farina di grano saraceno oltre alla farina di mais. Ma esattamente come cucinarla? Qual è la ricetta originale?

Polenta Taragna: origini

Per chi non lo sapesse, la Polenta Taragna è un piatto tipico della tradizionale cucina della Valtellina. Facendo invece riferimento alle origini del nome di tale pietanza è possibile affermare che tale denominazione deriva dal termine dialettale tarél che nello specifico indica proprio il bastone in legno che viene utilizzato per rimescolare la polenta all’interno del paiolo di rame rosso che viene utilizzato nella fase di preparazione di tale pietanza. La Polenta Taragna ad oggi viene anche preparata nelle valli bresciane e bergamasche e alla classica ricetta si sono poi aggiunte, nel corso degli anni, delle varianti.

Polenta Taragna: ricetta originale

Qual è dunque la ricetta originale per preparare la Polenta Taragna? Questa, come affermato poc’anzi, prevede l’utilizzo della farina di mais e la farina di grano saraceno. Ma anche l’utilizzo di formaggi tipici per condire tale piatto. Analizzando nello specifico quelli che sono gli ingredienti necessari per la preparazione di tale ricetta ecco che è possibile dire che per 4 persone vi serviranno:

  • 330 grammi di farina di grano saraceno;
  • 150 grammi di farina gialla;
  • 2 lt di acqua;
  • sale q.b;
  • 800 grammi di formaggio Valtellina Casera DOP;
  • 400 grammi di burro d’alpe.

Potrebbe interessarti anche: Paste con carciofi: diverse ricette sul web

Polenta Taragna
Polenta Taragna

Fase di preparazione

A questo punto sarà possibile procedere con la fase di preparazione di tale ricetta. Per prima cosa bisognerà portare ad ebollizione l’acqua salata contenuta all’interno del paiolo di rame o ghisa. In seguito sarà poi possibile aggiungere poco alla volta le farine in precedenza miscelate e a poco a poco mescolate utilizzando un mescolo in legno. Continuate a cuocere per circa 1 ora e solamente quando la cottura sarà ultimata sarà possibile aggiungere il burro. Fatelo sciogliere per bene ma nel frattempo proseguite rimestando e aggiungendo poco alla volta anche il formaggio precedentemente citato. Soltanto quando nel rimestare la polenta noterete che questa non si stacca facilmente dai bordi del paiolo ecco che allora significherà che sarà quasi cotta. A questo punto dunque potrete tranquillamente togliere, dalla fonte di calore, il paiolo di rame o di ghisa e versare la polenta taragna sul tagliere per servirla, ai propri ospiti, ancora molto calda. E’ molto importante precisare che tutti coloro che lo desiderano potranno scegliere di acquistare anche una farina già miscelata che viene chiamata farina per polenta taragna. Oltre alla versione originale e tradizionale della Polenta Taragna ecco che esistono anche delle varianti. Tra queste vi troviamo la polenta bergamasca, bresciana. La polenta taragna con funghi oppure con fontina ecc. Insomma la scelta è davvero vasta e potrà dipendere solamente da quelli che sono i gusti personali e il tempo a disposizione per la preparazione di tale ricetta.

Altro... Alimentazione, Ricette
Paste con Carciofi
Paste con carciofi: diverse ricette sul web

I carciofi rientrano tra gli ortaggi più consumati ed amati dai grandi e dai bambini. Un ortaggio molto prezioso che...

Chiudi