Home » FaceApp, l’applicazione amata da tutti: cos’è e come funziona
Tecnologia

FaceApp, l’applicazione amata da tutti: cos’è e come funziona2 minuti di lettura

FaceApp
FaceApp

La tecnologia e il web fanno sempre più parte della nostra vita e della nostra quotidianità. Immaginare le nostre giornate senza smartphone, computer, tablet e senza internet risulta parecchio difficile, se non impossibile. A legarci a tali strumenti tecnologici e al web sono anche numerose applicazioni grazie alle quali poter rimanere in contatto con amici e parenti distanti, leggere informazioni che riguardano il mondo intero, condividere fotografie e in alcuni casi anche modificarle.

A tal proposito merita di essere citata FaceApp, applicazione disponibile già da diversi anni ma nonostante ciò considerata, sempre, l’app del momento. Ma cos’è e come funziona? Se siete alla ricerca di informazioni ecco che potrete trovarle qui di seguito.

Cos’è FaceApp

La prima domanda alla quale occorre fornire una riposta è ‘Cos’è FaceApp?‘. A questa è possibile rispondere affermando che si tratta di un’applicazione lanciata nel mese di gennaio del 2017 che utilizzando l’intelligenza artificiale consente di elaborare le fotografie e applicare a queste dei filtri al volto molto particolari. Tale applicazione è stata sviluppata dalla Wireless Lab ovvero una società russa fondata da Yaroslav Goncharov ed è disponibile sia per Android sia per iOS. Alcuni filtri sono offerti al pubblico in forma gratuita mentre invece molti altri sono a pagamento e quindi per sbloccarli occorre effettuare un abbonamento.

Come funziona

Ma, ‘come funzione FaceApp?’. Come affermato poc’anzi tale app consente di applicare dei filtri alle fotografie, in particolare al viso. Il filtro più noto è quello che invecchia il volto mostrando quello che sarà il suo aspetto tra 20-30 anni. Ma in realtà l’app consente di applicare anche tanti altri filtri. Tra questi il filtro che consente di cambiare sesso, di cambiare il colore e il taglio dei capelli, modificare l’espressione. Ma vi è anche un filtro che consente di cambiare sesso e quindi di mostrare come sarebbe il nostro viso con sesso opposto.

Potrebbe interessarti anche: Buon Natale: le più belle frasi per il partner, amici e parenti

FaceApp
FaceApp

Come fa FaceApp a modificare le fotografie in modo realistico? Per farlo l’applicazione utilizza una particolare tecnica di apprendimento automatico che viene nello specifico chiamata ‘rete naturale’. Nel caso specifico FaceApp utilizza un sottoinsieme di reti naturali, ovvero i GAN o Generative Adversarial Networks, in grado di gestire due reti contrapposte che tra loro si mettono in competizione. La prima è il generatore, ed è a questa rete che è affidato il compito di creare delle immagini diverse. La seconda è il discriminatore, a questa rete è affidato il compito di criticare quelle che sono le immagini create dal generatore. E lo fa basandosi sui dati del mondo reale che lo alimentano. Cosa succede quindi? Semplice, il discriminatore va alla ricerca di difetti nelle immagini fornite dal generatore e lo fa fornendo dei feedback sulle parti imperfette. Con il trascorrere del tempo e grazie alla sufficiente potenza di calcolo ecco che il generatore riesce a superare i ‘no’ forniti dal discriminatore e riesce a creare una fotografia davvero verosimile.

Leggi articolo precedente:
Artemisia
Artemisia, pianta magica ricca di proprietà benefiche

Artemisia è il termine utilizzato per far riferimento ad un genere di piante angiosperme dicotiledoni che fa parte della famiglia...

Chiudi