Guide News

Metodo Montessori: i principi per educare bambini felici

Metodo Montessori
Metodo Montessori

Vi è mai capitato di sentir parlare del metodo Montessori per educare i bambini? Se si, sapete quali sono i principi sui quali si basa? E sopratutto avete mai pensato di sperimentarlo? Se vi trovate alla ricerca di informazioni in merito ecco che potrete trovarle nel corso di questo articolo.

Metodo Montessori

Quando si parla di Metodo Montessori si fa di preciso riferimento ad un sistema educativo creato e di conseguenza poi sviluppato da Maria Montessori. Tale sistema è molto conosciuto ed infatti viene praticato in circa 65 mila scuole appartenenti a tutto il mondo. L’obiettivo di tale disciplina è quello di dare al bambino la libertà di manifestare quella che è la sua spontaneità. Questo perché secondo la stessa Maria Montessori la vera salute, sia mentale che fisica, altro non è che il risultato della ‘liberazione dell’anima’. Come deve comportarsi l’adulto nel corso di tale processo? Semplice, dovrà intervenire soltanto per aiutare il bambino a conquistare tale liberazione dell’anima. Osservare il comportamento del bambino senza intervenire farà si che il piccolo possa imparare e possa anche auto-correggersi.

L’adulto quindi dovrà comportarsi come un vero e proprio angelo custode e dovrà lasciare al bambino la libertà di espressione. Secondo Maria Montessori quindi al centro dell’apprendimento è possibile trovare lo stesso bambino con l’esigenza di apprendere e quindi imparare all’interno di un particolare ambiente che dovrà essere ricco, vario e soprattutto stimolante. Dato che ogni esperienza rappresenta per il bambino una speciale occasione di apprendimento ecco che quest’ultimo andrà lasciato libero di scegliere i materiali, gli strumenti e quindi anche i giocattoli da utilizzare in un determinato momento.

Potrebbe interessarti anche: Albero della vita, qual è il suo significato e perché si regala

Metodo Montessori
Metodo Montessori

Principi per educare bambini felici

Sono diversi, ma tutti molto importanti, i principi sui quali si basa il Metodo Montessori. Qui di seguito verranno elencati uno per uno.

  • Ambiente e ordine: i bambini imparano meglio quando si trovano in un ambiente ordinato. Infatti proprio l’abitudine all’ordine aiuta i piccoli a capire quanto sia importante andare a riporre, alla fine della giornata, i giocattoli ed altri oggetti negli spazi appositi;
  • Movimento ed apprendimento: secondo quanto dichiarato da Maria Montessori i più piccoli hanno bisogno di concentrarsi in attività nelle quali sono richiesi il movimento delle mani e il loro utilizzo. In questo modo il bambino potrà capire quella che è l’importanza della coordinazione e della concentrazione;
  • Libera scelta: secondo Maria Montessori i bambini apprendono meglio e di più quando sono lasciati liberi di compiere in autonomia le proprie scelte. Ovviamente ciò non significa che non dovranno essere presenti delle regole;
  • Stimolare interesse: secondo la Montessori i bambini apprendono meglio quando si trovano in un ambiente ricco di oggetti interessanti e quindi stimolanti. In grado di attirare la loro attenzione;
  • attività pratiche: secondo il metodo Montessori i bambini apprendono meglio attraverso attività pratiche svolte nell’età pre-scolare. Queste attività sono importanti in quanto aiutano i bambini a stimolare i vari sensi, di preciso la vista, il tatto e l’udito. Inoltre gli permettono anche di imparare cosa significa indipendenza, ordine e concentrazione;
  • gruppi con bambini di età diversa: nonostante a scuola i bambini siano divisi per classi a seconda dell’età ecco che secondo Maria Montessori per stimolare i bambini all’apprendimento bisognerebbe creare dei gruppi misti con bambini di età diversa. Questo perché i bambini piccoli sarebbero stimolati ed incuriositi da ciò che fanno i bambini più grandi. Quest’ultimi a loro volta sarebbero felici di insegnare ai piccoli quanto imparato.
Altro... Guide, News
Araba Fenice
Araba Fenice, simbolo del potere della resilienza: la leggenda

Araba Fenice è l'espressione utilizzata per fare riferimento ad un uccello mitologico considerato il simbolo dei cicli di 'morte e...

Chiudi