Home » Verruche piane, cosa sono e come curarle? Ecco cosa sapere
Mangiare

Verruche piane, cosa sono e come curarle? Ecco cosa sapere3 minuti di lettura

Verruche piane
Verruche piane

A molti sarà capitato di aver sentito parlare di verruche, termine con il quale si fa riferimento a delle lesioni della pelle provocate dal contatto tra la superficie cutanea e un virus appartenente alla famiglia del Papilloma Virus Umano. Queste sono antiestetiche e allo stesso tempo anche molto fastidiose. A seconda del loro aspetto ecco che le verruche sono solite dividersi in verruche piane, verruche volgari e verruche plantari. Ma, nello specifico, a cosa si fa riferimento quando si parla di verruche piane e come riconoscerle?

Cosa sono le verruche piane

Verruche piane è l’espressione utilizzata per far riferimento a delle verruche più lisce e allo stesso tempo più piccole che possono crescere a gruppi ma anche singolarmente. Solitamente tendono a formarsi sulla pelle un poco sopraelevata e hanno un colore molto simile a quello della carne. Le verruche piane possono essere anche causate dall’irritazione e dall’infiammazione causate a loro volta da una rasatura. Ed inoltre è molto importante precisare che ad esserne maggiormente soggetti sono in particolar modo i bambini. Ma le verruche piane sono contagiose oppure no? La risposta è si. Queste tendono a moltiplicarsi con molta facilità e possono colpire le gambe, le braccia ma anche diverse altre parti del corpo.

Come curarle

Dopo aver riconosciuto le verruche piane occorre intervenire per curarle. A tal proposito è possibile dire che esistono tanti metodi per poter intervenire, e tra questi i farmaci e l’elettrocoagulazione ovvero una scossa elettrica di lieve entità che serve proprio a bruciare la verruca. Poi ancora altro metodo per poter intervenire è quello della crioterapia oppure la terapia laser applicata di solito nel caso in cui le verruche siano più estese. Parlando di farmaci ecco che in farmacia chi lo desidera potrà scegliere di comprare i cosiddetti ‘medicinali da banco’. La verruca però avrà bisogno in questi casi di essere sottoposta ad un pre-trattamento. Di preciso occorrerà intervenire ammorbidendola prima in acqua tiepida e successivamente utilizzando una limetta ecco che sarà possibile eliminare quella che è la pelle morta presente in superficie. Attenzione anche a non grattarsi e quindi a non favorire la creazione di particolari lesioni. Infatti in questi casi il virus potrebbe diffondersi anche in altre parti del corpo.

Potrebbe interessarti anche: Noni: cos’è e quali sono le proprietà e i benefici del succo

Verruche piane
Verruche piane

Rimedi naturali

Come intervenire in maniera naturale sulle verruche piane? In realtà esistono tanti rimedi naturali Ad esempio un’ottima soluzione potrebbe essere quella di prendere l’aglio, schiacciarlo e poi spalmarlo sopra la verruca per circa due volte al giorno. Solo in questo modo sarà possibile notare degli effetti. Altro rimedio importante è quello che consiste nell’utilizzo della corteccia di betulla da utilizzare ad esempio preparando un infuso da applicare poi direttamente sulla vescica utilizzando delle garze precedentemente inumidite.  Infine potrebbe essere una buona soluzione quella di applicare il succo di aloe vera oppure il succo di limone. E ancora il fieno greco. Nello specifico i suoi semi andranno lasciati per circa 2 giorni in frigo all’interno di una tazza d’acqua. Al termine di questi giorni ecco che si potrà ottenere un unguento da applicare sulla verruca per circa 1 volta al giorno.

Leggi articolo precedente:
Noni
Noni: cos’è e quali sono le proprietà e i benefici del succo

Quando si parla di frutta tropicale si fa spesso riferimento a frutti come il mango, l'avocado, la papaya. Ma in...

Chiudi