Home » Rettili: diverse tipologie in natura, caratteristiche e habitat
News

Rettili: diverse tipologie in natura, caratteristiche e habitat

Rettili
Rettili

Tutti conoscono i rettili, talvolta però se ne parla in maniera generale senza entrare nello specifico. Quando si parla di rettili si fa riferimento ad una classe di vertebrati che riescono ad adattarsi alla vita terrestre.

E che quindi a differenza di altri hanno lasciato l’ambiente acquatico. Secondo quelli che sono i risultati ottenuti da studi e ricerche, ad oggi i rettili viventi sembrano essere circa 10309.

Habitat e curiosità varie

All’interno della categoria di animali definiti rettili vi troviamo le tartarughe, le lucertole, i coccodrilli. Ma anche alligatori e molti serpenti. In realtà però vi sono all’interno di questa specie tanti altri animali di cui però si hanno poche informazioni e sono comunque poco conosciuti. Stando a quanto emerso nel corso degli anni, proprio i rettili sembrano essere le prime creature terrestri e quindi i primi esseri viventi che hanno abitato la terra già 350 milioni di anni fa. Una caratteristica tipica di questi animali è il fatto che all’interno delle loro vene scorre sangue freddo e la loro temperatura corporea dipende da quello che è l’ambiente in cui vivono.

A tal proposito è quindi possibile affermare che i rettili amano il sole in quanto in questo modo riescono a riscaldarsi. Ed inoltre vivono in zone dalla temperatura temperata. I rettili in genere sono carnivori, tranne le tartarughe e si dividono in quattro diverse categorie. Nella prima categoria vi rientrano i Loricati ovvero alligatori e coccodrilli. La seconda categoria sono i Cheloni all’interno della quale vi rientrano le tartarughe. E poi ancora vi troviamo gli Ofidi ovvero la categoria che comprende le diverse specie di serpenti ed in ultimo i Sauri ovvero la categoria che comprende le lucertole.

Rettili
Rettili

Rettili, diverse tipologie

Come affermato in precedenza esistono diverse tipologie di rettili e allo stesso tempo è possibile parlare di rettili domestici e volanti. Sono sempre di più le persone che decidono di accogliere all’interno della propria casa animali un po’ particolari. Ovviamente non stiamo parlando delle piccole tartarughe ma di serpenti, e addirittura in alcuni casi ci sono persone che decidono di portare in casa anche Camaleonti. In realtà però bisognerebbe prima raccogliere tutte le dovute informazioni in quanto si tratta di animali molto particolari che hanno abitudini e reazioni diverse da quelle del cane o del gatto in quanto si tratta di animali selvatici.

Tra i rettili domestici meno impegnativi e che quindi nello specifico non necessitano di meno cure quotidiane vi troviamo quelli appartenenti alla categoria strisciante. Questi ad esempio mangiano soltanto una volta alla settimana e nel loro menù è previsto il topo sia vivo ma anche decongelato. Altra categoria molto apprezzata tra coloro che decidono di accogliere in casa propria un rettile vi troviamo quella dei Sauri.

Questi, a differenza di quelli citati in precedenza, hanno un’alimentazione diversa. Non sono previsti i topi ma insetti e nello specifico grilli ma anche vegetali. Inoltre a differenza dei serpenti vengono considerati più sporchi in quanto mentre i primi hanno una digestione lenta i secondi hanno una digestione più veloce.

Leggi articolo precedente:
Bracco Italiano
Bracco italiano: origini, aspetto e carattere del cane dalle mille qualità

Sono in molti ad amare i cani da caccia, e tra questi vi troviamo una particolare razza chiamata Bracco italiano....

Chiudi