Home » Porcellino d’India: aspetto, carattere e alimentazione
News

Porcellino d’India: aspetto, carattere e alimentazione2 minuti di lettura

Porcellino d'India
Porcellino d’India

Uno dei roditori più conosciuti al mondo è il famoso porcellino d’India ovvero quello che viene anche chiamato cavia domestica. Nonostante sia molto conosciuto ecco che è possibile affermare che in realtà non sono tutti ad avere un’approfondita conoscenza di quelle che sono le caratteristiche tipiche di tale roditore. Caratteristiche sia fisiche che caratteriali.

Ad esempio, analizzando il suo nome verrebbe da pensare che le sue origini siano indiane. In realtà è originario dell’America del Sud.

Aspetto

La cavia porcellus ovvero il porcellino d’India è un roditore di taglia media il cui peso è di circa 1250 grammi. Poi ancora, analizzando sempre quelle che sono le caratteristiche fisiche, è necessario precisare che si tratta di mammiferi senza coda e dalle orecchie corte. Anche gli arti sono piccolini e nello specifico gli arti posteriori sono caratterizzati dalla presenza di tre dita mentre invece gli arti anteriori ne hanno 4. Inoltre proprio le unghie sono considerate particolarmente taglienti. Altra caratteristica tipica è la forma del corpo, il quale si presenta per l’esattezza piccolo e tozzo.

Venti sono i denti del porcellino d’India la cui crescita è continua per tutta la vita. La vita media del roditore in questione si aggira tra i 4 e gli 8 anni. Analizzando invece quello che è il colore del mantello è possibile affermare che questo può essere di diverse varianti. Nello specifico il porcellino d’India può avere mantello monocromatico oppure a più colori anche se non più di due o tre. Precisamente, il mantello in questione può essere nero e rosso oppure cioccolato e arancio oppure ancora seppia e crema, cioccolato e crema, lilla e oro e altri ancora.

Carattere

Analizzando quello che è il carattere dei Porcellini d’India, è necessario precisare che si tratta di animali piuttosto timidi. Infatti, in situazioni di pericolo, tendono a rifugiarsi in fretta all’interno delle proprie tane dove si sentono particolarmente al sicuro. Proprio a causa della timidezza potrebbero passare dei mesi prima che il porcellino d’India prenda confidenza e soprattutto riesca a fidarsi.

Porcellino d'India
Porcellino d’India

Bisogna quindi avere molta pazienza se si decide di accogliere in casa un porcellino d’India. A livello caratteriale è inoltre possibile affermare che si tratta di un animale che non ama assolutamente stare da solo. E’ sempre in cerca di compagnia per tale motivo il consiglio è quello di creare un ampio recinto dove allevare tanti porcellini d’India. Dello stesso sesso oppure di sesso opposto non fa differenza.

Alimentazione

E’ molto importante riuscire a comprendere il fischio di richiamo. Se questo è forte significa che l’animale in questione sta chiedendo del cibo. E proprio parlando di alimentazione è necessario sottolineare che il porcellino d’India non ama continue variazioni ma al contrario è parecchio abitudinario. L’alimentazione è davvero tanto importante. Tra gli alimenti preferiti da questo famoso e simpatico roditore vi troviamo la frutta, la verdura, l’erba fresca e molto fieno. Proprio quest’ultimo risulta essere particolarmente importante non solo perché riesce a mantenere l’apparato digerente sano ma allo stesso tempo è anche importante per la pulizia dei denti.

Read previous post:
Kamut
Kamut: caratteristiche, coltivazione, valori nutrizionali e proprietà

Il kamut è un marchio registrato appartenente all'azienda americana kamut fondata da Bob Quinn nel Montana. Si tratta tuttavia di...

Close