Home » Piante antizanzare, quali sono le più efficaci? Idee e consigli
Abitare

Piante antizanzare, quali sono le più efficaci? Idee e consigli3 minuti di lettura

Piante antizanzare
Piante antizanzare

Uno dei problemi tipici dell’estate è quello legato alle zanzare. Quello che ci si domanda molto spesso è come fare per poter intervenire in maniera naturale? Un’ottima soluzione, ad esempio, potrebbe essere quella di ricorrere all’utilizzo di alcune specifiche piante antizanzare da poter coltivare in giardino o nel proprio orto durante la bella stagione. Ma, quali sono le più indicate?

Piante antizanzare

Con l’arrivo della bella stagione oltre che splendide giornate di sole da trascorrere all’aria aperta ecco che sono solite arrivare anche le tanto fastidiose e temute zanzare. Queste infatti sono solite disturbare le serate all’aria aperta ma anche il riposo durante il giorno. Le loro punture oltre che provocare la comparsa di ponfi rossi sono anche causa di un fastidioso prurito. Come intervenire per allontanarle? Chi dispone di un grande giardino o di un piccolo orto potrebbe decidere di piantare delle utili piante antizanzare. Tra queste ad esempio la citronella, la monarda, la calendula, le piante appartenenti al genere agerato e l’erba gatta.

La Citronella

Molto conosciuta ed apprezzata proprio per la sua capacità di allontanare le zanzare. La citronella è nello specifico una pianta erbacea perenne sempreverde le cui origini sono legate all’Asia meridionale. Solitamente tale pianta viene utilizzata proprio per la realizzazione di specifici repellenti anti zanzara. La pianta in questione può essere coltivata in giardino oppure vicino al patio e il consiglio è quello di piantarla dietro a degli arbusti ornamentali oppure dietro dei piccoli fiori. Chi desidera acquistare piccole piante in vaso già pronte può farlo semplicemente recandosi presso specifici centri di giardinaggio.

La calendula

Pianta molto resistente in grado di emanare un odore molto intenso e allo stesso tempo poco gradito dalle zanzare e quindi per tale motivo considerata ideale per allontanarle. Nello specifico le calendule contengono piretro, termine questo con il quale si fa riferimento ad un composto solitamente utilizzato in alcuni repellenti anti-zanzara. A proposito di tale pianta è opportuno precisare che prediligono terreno fertile e un’esposizione in pieno sole. Nel caso in cui si scelga la coltivazione in vaso ecco che il consiglio è quello di posizionare la pianta o sopra i davanzali delle finestre oppure all’ingresso di casa.

Potrebbe interessarti anche: Fiorellini rossi, quali sono i più belli e cosa simboleggiano

Piante antizanzare
Piante antizanzare

La monarda

Questo è il nome di una pianta perenne le cui origini sono legate all’America settentrionale e che fa parte della famiglia delle Lamiaceae. Coltivare la monarda è molto semplice ed inoltre è importante precisare che le sue proprietà repellenti sono molto simili a quelle legate alla citronella. Il loro odore è intenso e simile all’incenso e per tale motivo quindi in grado di allontanare le zanzare.

L’Agerato

Questo è un genere di piante a cui appartengono circa 60 diverse specie tra piante perenni e annuali. Le origini sono tutte legate all’America settentrionale e sono considerate delle ottime piante antizanzare in quanto dotate di cumarina ovvero una sostanza poco amata dalle zanzare. La pianta in questione predilige in particolar modo un’esposizione al sole ed inoltre è importante precisare che non richiede terreni particolarmente fertili.

Leggi articolo precedente:
Panzanella Toscana: ecco la ricetta tradizionale per prepararla in casa

La Panzanella Toscana è un piatto estivo le cui origini sono molto antiche. Questo viene preparato utilizzando il pane raffermo,...

Chiudi