Mangiare

Manioca: descrizione, proprietà e benefici

Manioca
Manioca

Tra le piante appartenenti alla famiglia delle Euphorbiaceae e originarie del Sudamerica ecco che vi troviamo la manioca. Pianta nota anche come cassava o ancora come yuca. Ma quali sono le sue proprietà e i benefici in grado di apportare al nostro organismo?

Manioca, descrizione

Prima di elencare le proprietà della manioca è opportuno effettuare una descrizione della pianta. A tal proposito è quindi possibile affermare che la radice di tale pianta si presenta lunga e ad una estremità tende ad essere maggiormente assottigliata. Poi ancora sempre la radice, al suo interno, contiene una polpa particolarmente dura di colore bianco oppure giallastra. Questa si trova racchiusa all’interno di una scorza dallo spessore di pochi millimetri. Inoltre, sempre tale scorza è di colore marrone e si presenta ruvida al tatto. Esistono diverse varietà di manioca e alcune di queste arrivano a misurare anche fino ad 80 cm. E presentano un diametro di circa 5 cm.

Manioca, proprietà

Una volta effettuata la descrizione della pianta ecco che adesso è opportuno precisare quelle che sono le proprietà ad essa legate. Formata per il 60% da acqua, la manioca è anche ricca di proteine e carboidrati. Zuccheri e grassi sono invece presenti in quantità ridotte. E’ inoltre ricca di sali minerali, tra questi calcio, fosforo, potassio, calcio, selenio e manganese. E’ ancora è ricca di vitamine, soprattutto quelle appartenenti al gruppo B, C, E, K e betacarotene. Proprio per il fatto che è ricca di carboidrati e sali minerali e povera di grassi la manioca viene molto utilizzata nella tradizionale cucina del luogo in cui cresce e viene coltivata. Ovvero la cucina dei paesi tropicali.

Potrebbe interessarti anche: Carambola, frutto tropicale con poche calorie

Manioca
Manioca

Manioca, benefici

Elencando invece quelli che sono i benefici in grado di apportare è possibile dire che le radici della manioca amara vengono solitamente utilizzate per combattere la diarrea. Mentre invece le foglie svolgono funzione analgesica e vengono quindi utilizzate per contrastare il dolore. Poi ancora alla radice fresca della manioca sono legate proprietà diuretiche, antisettiche ed antinfiammatorie. Quello che in molti non sanno e che è opportuno precisare è che la manioca è anche indicata per i celiaci in quanto non contiene glutine. I celiaci possono quindi sostituire la tradizionale farina con la farina di manioca per preparare alcune gustose ricette. Proprio la farina di manioca viene considerata particolarmente facile da digerire e quindi è indicata in caso di disturbi specifici. Tra questi colite, gastrite e difficoltà digestive.

Grazie alla presenza di potassio la manioca è inoltre considerata utile per regolare la pressione sanguigna. Mentre invece grazie alla presenza della vitamina K nelle foglie ecco che viene considerata anche importante per limitare danni neuronali al cervello e quindi per il trattamento di un disturbo come l’Alzheimer. Infine è possibile affermare che alla manioca sono legate anche importanti proprietà antitumorali in quanto in tale pianta è contenuta la vitamina B17. Secondo quanto emerso da alcuni studi sembrerebbe che tale sostanza sia in grado di andare ad aiutare quelle che sono le cellule tumorali riuscendo a preservare invece le cellule sane.

Tags