Abitare Giardinaggio

Lantana, come coltivare la pianta e le possibili malattie

Lantana
Lantana

Lantana è il termine con il quale si fa riferimento a delle piante perenni ed arbusti che fanno parte della famiglia delle Verbenacee. Si tratta di piante le cui origini sono legate all’Africa e all’America. Due diverse specie vengono invece coltivate in Europa.

Lantana, coltivazione

La Lantana viene considerata una pianta fiorita che può essere coltivata in maniera semplice. Tale coltivazione può avvenire sia in vaso che in giardino. Essendo una pianta perenne se ben coltivata ecco che vi accompagnerà per molti anni. Inoltre è una pianta anti-zanzare e per tale motivo sono in molti a scegliere di metterla nel proprio giardino. E nello specifico il momento migliore per coltivare tale tipo di pianta è la primavera così, nel corso dell’estate potrà crescere e fiorire. Se in questo momento vi state chiedendo come poter coltivare la Lantana ecco che proprio qui di seguito troverete alcuni importanti consigli. Per prima cosa è necessario precisare che bisognerà prestare molta attenzione alla scelta della zona in cui coltivare la pianta.

Essendo una pianta che necessita di molta luce il consiglio è quello di scegliere una zona del giardino particolarmente luminosa, evitando quindi le zone di ombra. In questo modo la lantana riuscirà a fiorire nel migliore dei modi. Mentre invece nel caso in cui venga coltivata in zone buie o ombrose ecco che tale fioritura apparirà piuttosto scarsa. Altro importante consiglio da seguire per una buona coltivazione della lantana è quello di riparare tale pianta dal vento. Anche se la pianta non sembrerebbe essere infastidita dal vento ecco che proprio quest’ultimo potrebbe far seccare il terreno. E ancora parlando delle annaffiature ecco che è opportuno sapere che queste dovranno essere frequenti. Soprattutto nel corso della stagione estiva. Ma prestate attenzione ad un particolare, il terreno non dovrà essere troppo bagnato ma semplicemente umido.

Un terreno troppo umido potrebbe essere causa di marciumi vari e muffe. Nel corso del periodo di fioritura è bene aggiungere all’acqua del concime per piante da fiore. Tale concime andrà aggiunto di preciso ogni 15 giorni. Essendo una pianta che cresce molto anche in larghezza bisognerà potarla per evitare che possa arrivare ad invadere il giardino. E a tal proposito è opportuno dire che il periodo perfetto per effettuare la potatura è l’autunno inoltrato, e quindi quando la fioritura termina e si avvicina l’inverno.

Lantana
Lantana

Lantana, coltivazione in vaso

Parlando invece della coltivazione in vaso della Lantana ecco che il consiglio è quello di scegliere un vaso in terracotta e inserire, nel fondo, dell’argilla espansa. Prestate attenzione anche alla scelta del terreno e praticate una potatura frequente della pianta. Circa una volta al mese. Il consiglio è quello di eliminare quelli che sono i rami lunghi. Per quanto riguarda le annaffiature ecco che tali piante andranno annaffiate dall’alto. E soprattutto sarà opportuno controllare il livello di umidità presente nel terreno.

Lantana, malattie

In caso di clima torrido o poca ventilazione ecco che la lantana è solita sviluppare alcuni tipici parassiti. E nello specifico cocciniglie o acari. In questi casi, per evitare che le piante posano danneggiarsi, è consigliato eliminarli in fretta. Il periodo migliore per trattare tale pianta con gli insetticidi è l’inizio della primavera.

Tags
Altro... Abitare, Giardinaggio
Acero Rosso
Acero rosso, caratteristiche della pianta e come coltivarla

Tutti conoscono l'acero rosso, pianta le cui origini sono legate all'America del Nord presente in natura sotto diverse specie. Nonostante...

Chiudi