Home » Infusi di zenzero, come prepararli: ecco alcuni consigli
Mangiare

Infusi di zenzero, come prepararli: ecco alcuni consigli3 minuti di lettura

Infusi di Zenzero
Infusi di Zenzero

Tutti conoscono lo zenzero, eccezionale spezia stimolante e tonica molto apprezzata grazie alle numerose proprietà benefiche che la caratterizzano. In molti scelgono di utilizzare tale spezia anche per la preparazione di infusi e tisane. Ma nello specifico, come preparare un infuso di zenzero?

Infusi di zenzero

Con l’espressione ‘infusi di zenzero’ si fa nello specifico riferimento ad una preparazione liquida ottenuta attraverso l’infusione, in acqua bollente, dei rizomi della pianta. Nel corso degli ultimi anni sono sempre di più le persone che per contrastare diversi disturbi scelgono di preparare e consumare infusi di zenzero. In realtà però in pochi sanno che i primi utilizzi legati all’ambito della medicina popolare risalgono a molto tempo fa, esattamente a migliaia di anni fa.

Oggi all’infuso di zenzero vengono attribuite diverse ed importanti proprietà, alcune di queste confermate in seguito a prove scientifiche. E’ molto importante tenere presente la differenza tra infuso di zenzero e decotto. Questo è il termine utilizzato per fare riferimento ad un’altra tipologia di preparazione liquida che viene ottenuta facendo bollire per 15-30 minuti in acqua il rizoma della pianta. La differenza tra infusione e decozione sta quindi nel fatto che la prima consiste nel far macerare in acqua bollente la droga della pianta. La seconda invece, e quindi la decozione, consiste nel far bollire acqua e droga insieme per un determinato periodo di tempo.

Per maggiori approfondimenti leggi anche: Zenzero benefici: ecco perchè fa bene alla nostra salute

tisana-allo-zenzero-bimby
Infusi di Zenzero

Infuso di zenzero: come prepararlo

A questo punto in molti si staranno sicuramente domandando ‘Ma,come preparare un infuso di zenzero?’. In realtà è molto semplice e sarà possibile farlo utilizzando il rizoma fresco oppure essiccato. Il primo potrà essere acquistato al supermercato. Il secondo in negozi specializzati come ad esempio l’erboristeria. Nella maggior parte dei casi, comunque, l’infuso viene preparato utilizzando il rizoma essiccato ridotto a polvere. Per preparare l’infuso bisognerà seguire alcuni semplici passaggi. Per prima cosa bisognerà porre il rizoma di zenzero sminuzzato, oppure la bustina, all’interno di un recipiente. Nel frattempo bisognerà portare 250-300 ml di acqua ad ebollizione e a quel punto sarà possibile interrompere il riscaldamento dell’acqua e versarla nella tazza all’interno della quale si trova lo zenzero.

Come procedere? Semplice, bisognerà lasciarlo per 10-15 minuti in infusione e trascorso tale tempo bisognerà filtrare il tutto utilizzando carta da filtro oppure una garza o ancora un colino da tè. Nel caso in cui venga utilizzata la bustina di zenzero già pronta all’uso ecco che non bisognerà fare altro che rimuovere la bustina in questione dalla tazza. L’infuso di zenzero andrà bevuto caldo e, a seconda di quelli che sono i propri gusti, sarà possibile aggiungere una fetta di limone oppure la scorza. L’infuso potrà essere dolcificato utilizzando lo zucchero di canna oppure il miele. Come conservare l’infuso di zenzero? Questa è da considerare una preparazione estemporanea. Ciò significa che andrà preparato e consumato al momento, e quindi caldo. In caso contrario potrà essere conservato in frigorifero per non più di 24 ore.

Read previous post:
Ti Meriti Un Amore
Ti meriti un amore: stupenda poesia e inno all’amore vero

Nel corso della vita l'uomo prova molti sentimenti. Tra questi meritano di essere citati l'affetto, la paura, la rabbia, la...

Close