Guide News

Henné: benefici sui capelli e controindicazioni

Hennè
Hennè

Tutti conoscono l’hennè ovvero una polvere colorante ottenuta dalla frantumazione delle foglie appartenenti ad una specifica pianta chiamata Lawsonia Inermis. L’hennè viene solitamente applicato sui capelli in quanto rappresenta un’alternativa piuttosto valida alle tinte chimiche. Questo perchè a differenza di tali tinture, che agiscono sfibrando i capelli, l’hennè li lucida e li rinforza.

Allo stesso tempo li rende anche maggiormente corposi e voluminosi e quindi più sani. Ma quali sono esattamente i benefici sui capelli e le controindicazioni? Le risposte a tali domande potrete trovarle qui di seguito.

Benefici

L’hennè è considerato un vero e proprio toccasana per tutti coloro che si trovano a dover combattere con problemi come la forfora, la cute grassa, i capelli secchi e sfibrati. Oppure ancora con le doppie punte. L’utilizzo prolungato di hennè porta ad ottenere dei benefici sui capelli e questo perchè è in grado di nutrirli, rinforzarli e lucidarli. Volendo fornire uno schema dettagliato di quelli che sono i benefici in grado di apportare ai capelli ecco che è possibile dire che:

  • rinforza e dona anche maggiore resistenza agli agenti esterni;
  • dona lucentezza;
  • ispessisce e volumizza;
  • riduce la sensazione di crespo;
  • antiforfora;
  • elimina le doppie punte.

Potrebbe interessarti anche: Pietra Ollare: cos’è, diversi usi e vantaggi

Hennè
Hennè

Controindicazioni

Quello che in tanti sono soliti domandarsi è se all’hennè sono legate anche delle controindicazioni oppure no. Nello specifico molti sono convinti che l’henné sia in grado di provocare eventuali infiammazioni o problemi di varia natura. Questo in realtà non sembrerebbe essere vero in quanto, al contrario, si tratta di una sostanza pura che scongiura quindi qualsiasi pericolo. L’henné, al contrario di quanto detto, sembrerebbe essere di particolare aiuto nella cura di tanti disturbi della pelle. Nella medicina ayurvedica viene utilizzato per combattere le infiammazioni e le eruzioni della pelle, scottature, herpes, ematomi, psoriasi, forfora, seborrea.

L’unica controindicazione, in questi casi, potrebbe essere quello di vedere insorgere una reazione allergica. In realtà sono pochissimi i casi in cui sono state riscontrate delle controindicazioni ma non è da escludere totalmente l’eventualità che queste possano presentarsi. Questo perché anche se l’henné è un prodotto naturale ecco che questo non è anallergico.

Cosa sapere

Su questa particolare ed eccezionale erba tintoria in realtà sono pochi ad avere delle reali conoscenze. Molti ad esempio credono che i capelli, dopo aver passato l’hennè, possano colorarsi di verde mentre altri credono che non potrà essere applicata su capelli sottoposti a decolorazione oppure a tintura chimica. La verità è però ben diversa da quanto appena affermato. L’hennè infatti può essere fatto in tranquillità in quanto non vi è il rischio che i capelli possano colorarsi di verde e allo stesso tempo non vi è il rischio di ricevere altre sgradite sorprese. E’ però importante chiarire che dovrà essere puro al 100%. Il consiglio è quindi quello di acquistare prodotti di qualità ed evitare di acquistare prodotti la cui qualità è, al contrario, scarsa.

Tags