Abitare Giardinaggio

Ginestra, caratteristiche generali e informazioni sulla coltivazione

Ginestra
Ginestra

Camminando in giro per la strada e osservando campi e giardini capita spesso di vedere una bellissima pianta spontanea. Stiamo nello specifico parlando della Ginestra, pianta questa molto diffusa che spesso viene coltivata sia in vaso che in giardino oltre che per la sua importante capacità di adattamento anche per i fiori di cui è ricca e che si presentano parecchio profumati.

Ginestra, caratteristiche generali

Parlando in generale di quelle che sono le caratteristiche tipiche della Ginestra è possibile affermare che si tratta di una pianta arbustiva che appartiene alla famiglia delle Fabaceae e la cui provenienza è legata all’Africa settentrionale, all’Asia occidentale e all’Europa. All’interno del genere di piante indicate con il nome Ginestra vi sono circa 80 diverse specie, tra queste quella più conosciuta è quella chiamata Spartium Junceum. E questa rappresenta una varietà che può essere facilmente coltivata sia in vaso sia in terra.

Parlando della Ginestra comune è possibile dire che questa è caratterizzata da un apparato radicale piuttosto profondo e robusto dal quale hanno origine diversi fusti. Questi si presentano sottili, lunghi e flessibili. Il colore di tali fusti è il verde intenso ed inoltre è opportuno chiarire che sopra questi vi si trovano anche delle foglie opposte, semplici o ancora trifogliate il cui colore è anche in questo caso il verde. I fiori si trovano riuniti in Racemi ascellari e sono di colore giallo intenso oltre che molto profumati.

Potrebbe interessarti: Acero rosso, caratteristiche della pianta e come coltivarla

Ginestra
Ginestra

Coltivazione della Ginestra

Coloro che amano la Ginestra e intendono coltivarla è importante che raccolgano prima tutte le dovute informazioni. A proposito dell’esposizione è necessario precisare che tale tipo di pianta ama i luoghi particolarmente soleggiati e dove il clima è caldo secco. Riesce ad adattarsi ai terreni poveri, aridi e rocciosi. Parlando invece delle annaffiature è importante sottolineare che queste dovranno essere rare e moderate. Soprattutto se tale pianta viene coltivata in terra. Nel caso di coltivazione in vaso invece le annaffiature dovranno essere più frequenti. La Ginestra è una pianta che non necessita di concimazione ma, se si intende favorire una fioritura piuttosto abbondante ecco che allora il consiglio è quello di somministrare il concime almeno una volta l’anno soprattutto nel periodo legato alla ripresa vegetativa. Inoltre è consigliato utilizzare del concime granulare a lenta cessione, e quindi un concime che sia specifico per piante chiamate da fiore.

Se la domanda che in questo momento vi state ponendo è “Qual è il periodo legato alla fioritura della Ginestra?” ecco che è possibile rispondere affermando che questo è quello compreso tra il mese di maggio e il mese di agosto. E’ inoltre opportuno precisare che la potatura della Ginestra va effettuata una volta l’anno soltanto sulle piante adulte. In questo modo sarà possibile contenere il suo sviluppo. Nelle piante che invece vengono considerate giovani il consiglio è quello di effettuare, nel periodo successivo alla fioritura, una cimatura leggera. Infine è opportuno chiarire che tale tipo di pianta soffre l’attacco di parassiti anomali chiamati afidi neri.

Il presente sito utilizza cookies di terze parti per offrirti una migliore esperienza digitale. Maggiori informazioni | Chiudi
Altro... Abitare, Giardinaggio
Fiori Primaverili
Fiori primaverili, quali sono i più belli: tutte le varietà

La primavera è una delle stagioni preferite da moltissime persone. Le giornate iniziano ad essere più calde e soleggiate ed...

Chiudi