Home » Dado fatto in casa: ricetta e consigli per prepararlo nel migliore dei modi
Mangiare

Dado fatto in casa: ricetta e consigli per prepararlo nel migliore dei modi3 minuti di lettura

Dado fatto in casaVerdure, minestroni, piatti a base di pesce. Possono essere diverse le occasioni per le quali scegliere di utilizzare il dado, ingrediente in grado di rendere qualsiasi ricetta più gustosa.  Nello specifico il dado fatto in casa oltre ad essere molto buono è sicuramente da considerare più salutare rispetto a quello che invece è possibile trovare in commercio. Questo infatti non contiene coloranti e conservanti, eccessive quantità di sale oppure ancora glutammato monosodico. Ma esattamente, come prepararlo? Qui di seguito sarà possibile trovare la ricetta.

Dado fatto in casa

La ricetta per preparare il dado in casa è molto semplice. Basterà avere a disposizione gli ingredienti necessari e seguire qualche semplice passaggio.

Ingredienti

Per la preparazione del dado sarà necessario avere a disposizione 500 gr di verdure. Nello specifico:

  • sedano;
  • 1 spicchio di aglio;
  • cipolla;
  • patata;
  • scalogno;
  • zucchina;
  • carote;
  • rosmarino;
  • prezzemolo;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • 150 gr di sale fino; salvia.

E’ importante precisare che queste sono le dosi indicate per la preparazione di 50 dadi. Il tempo di preparazione previsto è di 10 minuti, il tempo di cottura 20 minuti e il tempo di riposo sempre 20 minuti.

Potrebbe interessarti anche: Crema Budwig: come prepararla e quali sono i benefici?

Dado fatto in casa
Dado fatto in casa

Preparazione del dado fatto in casa

Preparare il dado in casa è davvero molto semplice. Il primo passo da fare è quello di prendere le verdure e lavarle tutte per bene. In seguito andranno tritate finemente e versate in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio. Le verdure andranno cotte per circa 10 minuti fino a quando risulteranno essere appassite. A questo punto bisognerà semplicemente aggiungere il sale e continuare a far cuocere il tutto per ancora 10 minuti.

Trascorso questo tempo bisognerà utilizzare un frullatore ad immersione per continuare a tritarle e rendere ancora più fini. Le verdure andranno poi versate ancora una volta in padella e mescolate per bene fino a quando si saranno asciugate. Come procedere a questo punto? Semplice. Il composto andrà versato sopra un foglio di carta da forno. E’ importante che gli venga data forma rettangolare in modo tale da poterla facilmente tagliare a quadrotti quando si sarà finalmente raffreddato. Dopo aver dato al composto la forma che più si desidera ecco che non bisognerà fare altro che trasferire il tutto all’interno del congelatore. Attenzione però a non sovrapporli ma, in un primo momento, mantenerli distanziati. In seguito, e quindi quando si saranno finalmente congelati, non bisognerà fare altro che trasferire i quadrotti all’interno di un contenitore di vetro e conservarli dentro al congelatore.

Esistono anche molte altre ricette da poter seguire per la preparazione del dado fatto in casa. Ad esempio tra queste quella che prevede la preparazione del dado vegetale granulare. Per 500 grammi di prodotto saranno necessari:

  • 1 zucchina;
  • 1/2 cipolla;
  • 6 carote medie;
  • 4 coste di sedano con foglie;
  • 1 cucchiaio di curcuma;
  • sale grosso integrale;
  • 1 ciuffo di prezzemolo;
  • 3 patate piccole;
  • 3 pomodori rossi;
  • 1 finocchio piccolo;
  • 1 porro.

Per preparare il dado granulare bisognerà tritare tutti gli ingredienti finemente e poi procedere all’essicazione. Come? Per farlo potrà essere utilizzato un essiccatore oppure un forno ventilato a 60 gradi. Solamente quando le verdure saranno completamente disidratate sarà possibile procedere frullando il tutto in modo tale da ottenere il dado in polvere. Questo potrà essere conservato fuori dal frigorifero all’interno di barattoli in vetro.

Leggi articolo precedente:
Coguaro, felino poco conosciuto oggi estinto: ecco le sue caratteristiche

Qual è il felino meno conosciuto? La risposta a questa domanda è molto semplice, e nello specifico si tratta del...

Chiudi