Home » Castello di Azzurrina, storia e leggenda: ecco cosa sapere
Guide

Castello di Azzurrina, storia e leggenda: ecco cosa sapere3 minuti di lettura

Castello di Azzurrina
Castello di Azzurrina

Se un tempo il castello di Montebello, noto anche come castello di Azzurrina, è stato lo scenario di numerose battaglie ecco che oggi altro non è che un bellissimo e antico monumento che racchiude al suo interno una millenaria storia e anche alcune antiche leggende. Se siete alla ricerca di informazioni e curiosità ecco che potrete trovarle qui di seguito.

Castello di Azzurrina

Il Castello di Montebello è noto anche come castello di Azzurrina o ancora Guidi di Bagno. Si tratta di uno storico edificio che si trova nello specifico a Rimini, in Emilia Romagna. Ed esattamente nella valle del Marecchia e dell’Uso. Un posto davvero incantevole dove a fondersi in maniera del tutto armoniosa sono vari elementi. Quali? Questi sono l’arte, la storia e la natura. Nel corso degli ultimi decenni il ‘Castello di Montebello’ è diventato particolarmente noto per la presenza tra le sue mura, secondo la leggenda, dello spettro di una bambina il cui nome è proprio Azzurrina. Una bambina che sembrerebbe aver vissuto all’interno del Castello moltissimo tempo fa, ed esattamente nel XIV secolo. Proprio in riferimento a quello che è il nome della bambina ecco che che il ‘Castello di Montebello’ viene anche chiamato ‘Castello di Azzurrina’.

Chi era Azzurrina

Ma chi era esattamente Azzurrina e qual è la leggenda legata al castello? Azzurrina è la vera protagonista del Castello di Montebello. Si tratta della figlia di Ugolinuccio di Montebello, una bambina nata nel 1370 e prematuramente scomparsa dopo soli cinque anni dalla sua nascita. La piccola, nata albina, è diventata nel corso degli anni la protagonista di una vera e propria leggenda medievale ancora oggi tanto conosciuta in Romagna. La leggenda in questione è legata al fatto che secondo la supersitizione popolare l’albinismo era collegato ad eventi definiti di natura diabolica.  Secondo la leggenda per evitare che la bambina fosse vittima di antiche credenze ecco che la madre era solita tingerle i capelli di colore nero con pigmenti di natura vegetale. Questi nel perdere la loro tonalità erano soliti donare ai capelli della bambina dei riflessi di colore azzurro. E da questi sarebbe poi nato il nome Azzurrina.

Potrebbe interessarti anche: Spiaggia Isola d’Elba, dove andare? Ecco alcuni luoghi incantevoli

Castello di Azzurrina
Castello di Azzurrina

Sempre secondo la leggenda la bambina, purtroppo, viveva chiusa in casa e sempre vigilata da due guardie alle quali era affidato il compito di garantire e proteggere la sua salute. Un giorno però si narra che proprio mentre giocava con una palla di stracci durante un temporale sembrerebbe aver avuto luogo un brutto incidente. Esattamente questo sarebbe accaduto nel mese di giugno del 1375. Nello specifico secondo la leggenda la palla della piccola Azzurrina sarebbe caduta all’interno della ghiacciaia sotterranea, la bambina sarebbe corsa per poterla recuperare ma una volta entrata all’interno della ghiacciaia e dopo aver sentito un forte urlo si sarebbero perse le sue tracce e quelle della palla. Secondo la leggenda da allora nel Castello di Montebello vive il fantasma della bambina.

Read previous post:
Crostate Vegane
Crostate vegane, perfette per grandi e bambini: ricetta

La crostata rientra tra le merende più amate non soltanto dai grandi ma anche dai più piccoli. E grazie al...

Close