Home » Cardo mariano: cos’è, proprietà e diversi usi
Vivere

Cardo mariano: cos’è, proprietà e diversi usi3 minuti di lettura

Cardo Mariano
Cardo Mariano

Vi è mai capitato di aver sentito parlare del cardo mariano?Questo altro non è che un ottimo rimedio naturale molto spesso utilizzato in quanto benefico per il fegato. E’ ricco di proprietà ed inoltre molteplici sono i suoi usi.

Cardo Mariano: cos’è

Quando si parla di cardo mariano, conosciuto anche con il nome botanico Slybum marianum, si fa di preciso riferimento ad una pianta erbacea biennale appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Questa pianta è presente in tutto il bacino del Mediterraneo ma è particolarmente diffusa nelle isole e nell’Italia centro-meridionale. Il cardo mariano viene indicato come ottimo rimedio per migliorare la funzionalità epatica. Ma non solo, infatti è possibile dire che gode anche di eccezionali proprietà come tonico ed anche come decongestionante.

Proprietà del cardo mariano

Come affermato poc’anzi, a tale pianta sono legate importanti proprietà. Quelle principali sono dovute alla presenza della silimarina ovvero un principio attivo che si trova contenuto soprattutto in tutti i frutti della pianta. Il cardo mariano è considerato un ottimo rimedio naturale nei confronti del fegato. E questo perché agisce aumentando la capacità protettiva del fegato nei confronti di sostanze definite particolarmente tossiche. Quali sono? I farmaci, il fumo, l’alcool e inquinanti vari.

Potrebbe interessarti anche: Zeolite: cos’è, quali sono le proprietà e i benefici

Cardo Mariano
Cardo Mariano

Tra le altre proprietà del cardo mariano vi troviamo anche quelle antiossidanti e quindi tale pianta è in grado di svolgere una potente azione contro i radicali liberi ritenuti responsabili dell’invecchiamento cellulare. Poi ancora al cardo mariano sono legate anche proprietà benefiche nei confronti della circolazione e del cuore. Ed infine è anche consigliato alle mamme che allattano in quanto dotato di proprietà galattogene.

Sintesi delle proprietà e diversi usi

Volendo quindi fornire una piccola sintesi di tutte quelle che sono le proprietà del cardo mariano è possibile dire che:

  • è antiossidante;
  • è epatoprotettivo nei confronti di specifici agenti tossici come ad esempio i medicinali, il fumo e l’alcool;
  • è galattogeno;
  • rinforza i capillari;
  • è in grado di stimolare la rigenerazione delle cellule del fegato;
  • può alzare di poco la pressione.

Date le sue numerose proprietà numerosi sono anche i suoi usi.  Solitamente viene utilizzato per problematiche legate al fegato ma può essere assunto anche dopo aver abusato, per un certo periodo, di bevande e cibi. Analizzando quelli che sono i diversi usi è possibile dire che il cardo mariano è utile:

  • nei casi di cirrosi epatica;
  • per avvelenamento da funghi;
  • durante un periodo di detox;
  • per coloro che fumano molto;
  • per coloro che consumano molto alcool.

Controindicazioni

Nonostante tale pianta sia ricca di proprietà benefiche ecco che non mancano nemmeno le controindicazioni. Più nello specifico è possibile dire che è controindicata per tutti coloro che soffrono di calcoli biliari alla cistifellea oppure al fegato. Poi ancora tale pianta a causa della tiramina contenuta potrebbe anche causare l’aumento della pressione sanguigna. Per tale motivo non è indicata per tutti coloro che soffrono di ipertensione. Infine se assunta in dosi eccessive può anche causare dei problemi di tipo gastrointestinale.

 

Read previous post:
Bioimis
Bioimis dieta, come funziona e alimenti consentiti

In vista della bella stagione sono molte le persone che si trovano a lottare contro i chili di troppo. Proprio...

Close