Home » Cardellino, amato per il suo canto: etimologia, aspetto e alimentazione
News

Cardellino, amato per il suo canto: etimologia, aspetto e alimentazione3 minuti di lettura

Cardellino
Cardellino

Esistono numerose specie di uccelli in natura. Ma una delle più conosciute è sicuramente quella del Cardellino. Nello specifico si tratta di un uccello passeriforme molto noto soprattutto per il suo canto.

Cardellino, etimologia

Il cardellino viene anche chiamato Carduelis carduelis. E proprio il nome scientifico di tale specie ovvero carduelis viene definito un tautonimo. Questo perché il nome di questo bellissimo oltre che famoso uccello viene considerato una ripetizione di quello appartenente proprio al genere. E sempre parlando del nome di tali uccelli è possibile dire che nell’antica Roma si era soliti chiamare i cardellini ‘Carduelis’. Tale nome è precisamente legato ad una pianta ovvero quella del cardo. E questo perché proprio i cardellini sembrerebbero essere amanti dei semi della pianta in questione.

Cardellino, aspetto

Analizzando nello specifico quelle che sono le caratteristiche fisiche del cardellino, e quindi il suo aspetto, è possibile dire che tale uccello misura di preciso tra i 10,5 e i 13,5 cm. Il suo peso invece è compreso tra i 9,5 e i 30 grammi. Il cardellino presenta una testa dalla forma arrotondata. Mentre invece il becco è conico ed appuntito. Anche gli occhi degli uccelli appartenenti a tale specie si presentano di grandi dimensioni mentre invece le ali sono appuntite. E la coda presenta una punta poco forcuta. Una delle caratteristiche principali del cardellino è proprio il suo bellissimo manto. Questo permette di poter riconoscere tale tipo di uccello e soprattutto, grazie al manto, è anche possibile capire se si tratta di maschio oppure femmina. A tal proposito è possibile affermare che la mascherina del cardellino maschio è di colore rosso e dipinge tutta la faccia fino addirittura a superare l’occhio.

Cardellino
Cardellino

Questo invece non accade nel cardellino femmina dove le dimensioni sono invece considerate più ridotte. E sempre parlando delle caratteristiche principali del cardellino legate al colore del suo manto ecco che è possibile dire che questo si presenta di colore nero intenso nella nuca. E lo stesso anche nelle ali dove però è anche possibile notare la presenza di una striscia gialla nello specifico su quella che viene chiamata barra alare. Le guance del cardellino sono di colore bianco e il dorso invece è di colore marrone. Ma oltre che il manto una delle caratteristiche più importanti degli uccelli appartenenti a tale specie, e che lo rendono anche particolarmente famoso, è il suo canto.

Cardellini, alimentazione

Se la domanda che in questo momento è ‘Di cosa si nutre il cardellino?’ ecco che la risposta è semplice. E’ infatti possibile dire che i cardellini vengono chiamati uccelli ‘granivori’. E questo perché si nutrono principalmente di semi appartenenti a piante erbacee. Nello specifico è possibile affermare che, in assoluto, preferiscono i semi del cardo, semi di girasole e semi di cardo dei lanaioli. Ma i cardellini si nutrono anche di semi di cicoria e agrimonia. Semi di acetosa, crespigno, tarassaco, senecio, romice. In quello che invece viene chiamato ‘periodo dell’amore’, nel corso del quale necessitano di maggiori energie ecco che i cardellini sono soliti nutrirsi di insetti e non solo. Anche di piccoli invertebrati.

Read previous post:
Ricetta Limoncello
Ricetta limoncello, ingredienti: come preparare l’amatissimo liquore dolce

Il limone è un ingrediente che può essere trovato facilmente in cucina. Utilizzato per la preparazione di molte pietanze, ecco...

Close