Home » Cardamomo: descrizione, valori nutrizionali, proprietà e controindicazioni
Mangiare

Cardamomo: descrizione, valori nutrizionali, proprietà e controindicazioni2 minuti di lettura

Cardamomo
Cardamomo

Il Cardamomo è una spezia chiamata anche elettaria nonché una pianta tropicale appartenente alla famiglia chiamata zingiberaceae. Con questo termine si indica comunque il nome di altre piante. Il Cardamomo era conosciuto per lo più ai tempi dei romani e dei Greci che pare lo utilizzassero per la produzione dei profumi. Attualmente invece è conosciuta come la spezia o meglio la terza Spezia più costosa al mondo dopo la vaniglia e lo zafferano.

Generalmente questa è utilizzata per lenire i sintomi del raffreddore, per curare il mal di denti e per alcuni problemi di digestione. Il suo sapore è leggermente piccante e anche tendente al fruttato e quindi è davvero perfetto per poter aromatizzare alcuni piatti. Ma vediamo meglio quelle che sono le proprietà di questa spezia e come poterla utilizzare in cucina.

Descrizione

Questo frutto si presenta come una capsula all’interno della quale sono presenti dei piccoli semi di colore nero- marrone. Ad essere utilizzati come spezie sono proprio i semi. Visto che questi però perdono davvero molto velocemente l’ aroma, in genere viene conservata e poi commercializzata l’intera capsula che viene comunque essiccata. Al momento del suo utilizzo la capsula è rotta e i semi sono utilizzati o sciolti oppure macinati. Esistono diversi tipi di Cardamomo e nello specifico quella chiamata elettaria e quella chiamata amomum. Quando i semi vengono esposti all’aria aperta, come già abbiamo visto, tendono a perdere il loro sapore quindi vengono venduti all’interno del baccello in modo che questi possono essere protetti dall’aria.

Proprietà

Cardamomo
Cardamomo

È piuttosto utilizzata nella medicina ayurvedica la quale considera questa spezia una cura davvero ideale per i problemi del sistema urinario, per le emorroidi e la tosse. Nella medicina tradizionale invece è utilizza per problemi riguardanti lo stomaco e la dissenteria. Si può tranquillamente bere un infuso a base di Cardamomo ed è davvero un toccasana per il raffreddore e va anche a liberare le vie respiratorie. Si può utilizzare anche come rimedio naturale per lo più in India per curare il mal di denti e le infezioni gengivali, oltre che per la tosse e il raffreddore per l’intestino irritabile e per i problemi di digestione. Inoltre, pare sia che un ottimo antidoto contro il veleno degli scorpioni e dei serpenti.

Calorie e valori nutrizionali

Circa 100 g di Spezia pare contengono 331 kcal. Nello specifico contiene 68,47 grammi di carboidrati, 0 mg di colesterolo, 18 mg di sodio, 10,76 grammi di proteine, 28 grammi di Fibra alimentare.

Controindicazioni

Questa spezia come abbiamo detto ha delle proprietà benefiche non indifferenti. Tuttavia è ben tollerato dalla maggior parte delle persone ed ha poche controindicazioni. L’unica cosa che va segnalato è il fatto che possa in qualche modo indurre alla calcolosi della colecisti, sollecitando dolori addominali o colica.

Read previous post:
Cremor Tartaro
Cremor tartaro, cos’è? Origine e diffusione, tutti gli utilizzi

Il bitartrato di potassio chiamato anche cremor tartaro altro non è che è un sale di potassio dell'acido tartarico. Si...

Close