Abitare Giardinaggio

Camelia: descrizione, cure, esposizione e come coltivarla in vaso e terreno

Camelia
Camelia

La Camelia è una pianta che appartiene alla famiglia chiamata Theaceae. Si tratta Dunque di una pianta tipica di alcune zone tropicali del continente asiatico. Il nome di questa pianta deriva dal nome del missionario gesuita chiamato Georg Joseph Kamel. Questo fu anche un grande botanico che per la prima volta importò la pianta della Camelia dal Giappone. Si tratta di una pianta molto alta, che può raggiungere anche i 15 metri. Le foglie sono piuttosto semplici, di colore rigorosamente verde che può essere più o meno scuro a seconda della specie. I fiori della Camelia sono molto belli esteticamente E talvolta anche dal doppio colore che va dal bianco al Rosso al roseo. Purtroppo però questi fiori risultano essere privi di profumo in alcuni casi e molto profumati in altre.

Habitat

Lo abbiamo già detto, questo tipo di pianta è tipica delle zone tropicali del continente asiatico. Questa pianta viene perlopiù coltivata a scopo ornamentale in parchi, giardini e viali. In Italia al giorno d’oggi non è più coltivata come lo era una volta ed è per lo più presente nelle zone dei Laghi prealpini, Ma anche in alto Piemonte. In quest’ultima zona è possibile trovare molti Boschi che sono proprio volti alla raccolta di fiori in Boccio. Comunque si trova anche in Alcune regioni del centro e del meridione e anche nelle isole.

Cure, esposizione e temperature

La camelia è una pianta che non necessita di cure particolari. Per questa ragione può essere coltivata sia in vaso che in terra. Ad ogni modo la coltivazione in vaso, come per qualsiasi altra pianta richiede degli accorgimenti maggiori. Riguardo l’esposizione, la Camelia va coltivata in un posto che non risulta molto soleggiato e neanche troppo caldo. Generalmente questo tipo di pianta Infatti non ha bisogno di tanto sole proprio perché non produce una grande quantità di fiori. Riesce tranquillamente a resistere al sole, ma per una maggiore crescita e sviluppo è preferibile coltivarla in una zona di mezz’ombra. Riesce anche a resistere a temperature piuttosto rigide se possono arrivare anche a meno 15.

Coltivazione

Camelia
Camelia

Riguardo questo aspetto bisogna prestare attenzione al terriccio. Il terreno ideale per poter coltivare la Camelia è neutro e con un ph leggermente acido. Inoltre il terreno deve essere Ben drenato e soffice al tatto e Deve anche avere un buon rapporto di silicio. Questi sono gli accorgimenti da seguire qualora si voglia coltivare la Camelia in terreno.

Per quanto riguarda la coltivazione in vaso è preferibile utilizzare un miscuglio di terra di bosco, miscuglio di Torba e foglie di castagno. Riguardo le irrigazioni, questo genere di pianta non ama il calcare e quindi è sconsigliato utilizzare l’acqua del rubinetto. Soprattutto la Camelia coltivata nel vaso, ha bisogno di un maggiore apporto di acqua. La camelia coltivata invece in giardino dovrà essere irrigata anche in inverno qualora l’aria sia secca e ci siano scarse precipitazioni. In estate e in primavera invece, ci sarà bisogno di una maggiore irrigazione.

Altro... Abitare, Giardinaggio
Fiore di loto
Fiore di loto: origine e tutti i suoi significati in base ai colori

Si chiama nelumbo ma più genericamente viene chiamato fiore di loto ed è un genere di piante acquatiche.  La caratteristica...

Chiudi