Home » Begonia, descrizione e caratteristiche: come e quando annaffiare
Abitare

Begonia, descrizione e caratteristiche: come e quando annaffiare

Begonia
Begonia

La begonia altro non è che una pianta tipica delle zone tropicali appartenente alla famiglia chiamata begoniaceae. Si tratta di una pianta perenne la quale viene coltivata a scopo ornamentale sia in giardino che all’interno di un vaso. Della begonia sono molto apprezzate le foglie, ma anche i fiori. Alla stessa famiglia appartengono circa 1600 specie Ma le begonie nello specifico si differenziano per il colore dei Fiori ,Così come per la tipologia delle radici. Queste possono essere tuberose, rizomatose, fascicolate.

Le begonie hanno dei Fiori sia femminili che maschili e si riconoscono per alcune semplici differenze. Le foglie sono alterne, irregolari e cuoriformi dal colore verde scuro, ma lucido e solitamente sono anche molto colorate ed ampie. Nelle piante invece coltivate e considerate piante da appartamento, le foglie sono dentate soprattutto ai margini piuttosto Spinosi e lungo il picciolo e sulla pagina inferiore e il colore va dal Viola all’ argento al porpora. Questo per lo più in quella che è chiamata Pegognaga Rex, mentre nella begonia tuberosa, Le foglie sono di colore verde scuro e dalla forma triangolare.

Principali specie

Come abbiamo visto, esistono diverse specie di begonie e qui di seguito ne analizzeremo le principali. Esistono le begonie con la radice rizomatose, le quali sono sempreverdi ed hanno perlopiù dei Fiori poco appariscenti. Presentano Tuttavia delle foglie piuttosto interessanti Ed è proprio questo il motivo per il quale vengono coltivate. Esistono poi le begonie con la radice tuberosa ovvero una radice costituita da un grosso tubero scuro. In genere sono delle piante annuali, Ma esistono anche quelle perenni e producono dei Fiori piuttosto grandi appariscenti e anche colorati. Infine Esistono le begonie con la radice fascicolata le quali hanno delle radici a fasce e sono particolarmente apprezzate per i fiori.

Come e quando annaffiare

Generalmente come abbiamo visto si tratta di piante perenni tipiche dei paesi tropicali. Trattandosi di una pianta che nasce nel Sottobosco, la sua collocazione ideale è quella di una zona luminosa dove batte il sole per gran parte della giornata. Riguardo l’annaffiatura, questa deve essere effettuata frequentemente per lo più in primavera e in estate.

Begonia
Begonia

Nonostante questo tipo di pianta abbia bisogno di tanto sole, può stare bene anche in penombra ma ricordate comunque di farle prendere un po’ di sole ogni tanto o almeno per qualche ora al giorno.  Il terreno deve essere piuttosto umido e quindi è preferibile fare asciugare la superficie del terreno tra un’ innaffiatura e l’altra. Bisogna evitare anche di irrorare il fogliame. Durante i mesi invernali invece vanno ridotte in modo drastico le innaffiature ciò che è importante evitare di fare seccare il terreno.

Riguardo le temperature a quell’ideale sembra essere quella compresa tra i 15 e i 18 gradi. Tuttavia questo tipo di pianta vive meglio in ambienti dove la temperatura non supera i 18 gradi e dove vi è una certa dose di umidità nell’atmosfera. Va evitata anche l’aria stagnante perché le begonie sono facilmente attaccabili dai funghi e quindi possono marcire.

Leggi articolo precedente:
Verza
Verza, come cucinarla? 4 semplici e gustose ricette

La verza conosciuta anche con il termine cavolo verza o cavolo di Milano altro non è che una varietà di...

Chiudi