Mangiare

Barbabietola da zucchero: origini, storia e proprietà

Barbabietola da Zucchero
Barbabietola da Zucchero

La barbabietola da zucchero si trova ad essere ormai da molti anni in stretta competizione con una famosa pianta tropicale ovvero la canna da zucchero. Ma nonostante ciò è possibile affermare che la barbabietola da zucchero viene oggi, e precisamente ormai da qualche decennio, coltivata per uso alimentare.

Nello specifico per l’estrazione dello zucchero. Secondo quelli che sono i cenni storici la coltivazione di tale pianta per uso alimentare sembrerebbe avere avuto luogo in Germania intorno alla metà del 1700.

STORIA

Quando si parla di barbabietola da zucchero si fa esattamente riferimento ad una pianta appartenente al genere Beta le cui radici sono ricche di saccarosio. Tale termine è utilizzato per indicare lo zucchero. Secondo quanto emerso da studi e ricerche la sua origine sembrerebbe essere davvero molto antica e nello specifico la data precisa alla quale poter fare riferimento è il 420 a. C. Da molti anni la barbabietola da zucchero  e la canna da zucchero si trovano in stretta competizione. Nonostante ciò è possibile affermare che proprio la barbabietola da zucchero viene oggi, e precisamente ormai da qualche decennio, coltivata per uso alimentare. Precisamente per l’estrazione dello zucchero. Secondo quelli che sono i cenni storici, la coltivazione di tale pianta per uso alimentare sembrerebbe avere avuto luogo in Germania esattamente intorno alla metà del 1700.

Ad effettuare una scoperta davvero interessante sulla barbabietola da zucchero è stato il dottor Margaff il quale esattamente nel 1747 ha scoperto che da questa speciale pianta era possibile ottenere preziosi cristalli di zucchero molto simili a quelli ricavabili dalla canna da zucchero. Nonostante ciò però il suo successo ha tardato ad arrivare. E sempre secondo quanto emerso da studi e ricerche e quindi facendo riferimento a quelli che sono i cenni storici, a favorirne il successo sembrerebbero essere state le guerre napoleoniche le quali bloccarono le importazioni del concorrente numero uno della barbabietola ovvero la canna da zucchero.

Barbabietola da Zucchero
Barbabietola da Zucchero

Grazie a tale blocco la barbabietola prese il sopravvento e riuscì ad ottenere nel corso degli anni sempre più successo fino ad arrivare al giorno d’oggi. L’anno di riferimento dello sviluppo della barbabietola da zucchero in Italia è il 1887, anno in cui E. Mariani è intervenuto non solo incentivando la coltivazione di tale pianta ma anche l’estrazione, da questa, dello zucchero.

PROPRIETÀ

Le proprietà legate alla barbabietola da zucchero sono davvero tante. A tal proposito è possibile affermare che proprio la radice della pianta in questione contiene molte vitamine e sali minerali. Per tale motivo è dunque possibile affermare che è caratterizzata da due importanti proprietà ovvero quella rimineralizzante e quella vitaminizzante. Ma non solo, infatti tra le proprietà della barbabietola da zucchero vi troviamo anche quelle depurative ed antisettiche, digestive e ricostituenti. Infine, per concludere, è possibile affermare che la barbabietola da zucchero è anche in grado di stimolare la produzione della bile e allo stesso tempo assorbire le tossine dalle cellule. Agendo in questo modo riesce anche a facilitare l’eliminazione di tali tossine.

Altro... Mangiare
Erba Cavallina
Erba cavallina: etimologia, proprietà e benefici

L'Equiseto dei campi, Equisetum arvense, è particolarmente conosciuto anche con il termine erba cavallina. Per chi non lo sapesse con...

Chiudi