News

Ametista, proprietà e benefici della pietra anche sul corpo e sulla mente

Ametista
Ametista

L‘ametista è una varietà di quarzo dal colore violaceo che fin dal 3000 avanti Cristo è stata associata a delle rocce definite basalitiche e subalcaline.  Tuttavia è una pietra che viene utilizzata da sempre ed anche ai giorni nostri per creare Intagli, gioielli e sigilli. Il Termine ametista deriva dal greco e da un termine che sostanzialmente significa non ebbro.  Più nello specifico, nell’antichità i greci utilizzavano l’ametista Più che altro come un gioiello oppure per decorare i bicchieri che venivano utilizzati per consumare l’alcol.

Facevano questo perché erano convinti che questa pietra potesse impedire l’intossicazione da alcol e che quindi non ne permettesse di ubriacarsi. Sembra proprio che questa credenza abbia delle origini in una leggenda piuttosto antica.

Leggenda

Nella mitologia greca Ametista non era altro che una Ninfa e più nello specifico dei Boschi che suo malgrado aveva catturato l’attenzione di Bacco. Tentando di sfuggire a questo corteggiamento, la dea pare decise di rivolgersi a Diana ovvero la dea della caccia nonché protettrice dei Boschi. Diana accolse la richiesta di aiuto e trasformò l’ ametista in cristallo Limpido.  Bacco venuto a conoscenza di ciò, molto adirato lanciò una coppa di vino proprio su quel cristallo conferendogli in questo modo il colore violaceo caratteristico di questa pietra. Sembra inoltre che nel Medioevo questa pietra venisse utilizzata perlopiù dai soldati come amuleto portafortuna.

Pietra preziosa e valore economico

Come abbiamo detto, l’ametista è una varietà di quarzo  che chimicamente è resa impura Grazie all’utilizzo di altri composti.  Questa pietra è piuttosto dura come lo è il quarzo e per questo motivo viene utilizzata in gioielleria come una pietra semipreziosa.  Nonostante oggi sia considerata una pietra semipreziosa, nell’antichità gli Egizi la consideravano una pietra piuttosto preziosa che veniva utilizzata come una pietra da intaglio.

Intorno al XVII secolo la pietra era utilizzata come una pietra preziosa Cardinale e quindi si trovava proprio nello stesso elenco degli Zaffiri, dei Diamanti, degli smeraldi e Rubini. Via via questo suo valore cominciò a diminuire per via della scoperta di un grande numero di giacimenti in Brasile.

Proprio la sua abbondanza fece sì che questa pietra perdesse In un certo qual modo il suo valore economico, ma di sicuro non la bellezza che la caratterizza. Il prezzo dell’ametista viene calcolato in base alla profondità del colore.  Quindi il valore dell’ametista non va sicuramente a peso E dunque a g o a centimetri, ma dipende dal colore che viene valutato alla luce.

Effetti sul corpo

Ametista
Ametista

L’ametista pare sia particolarmente indicata per regolare la flora batterica all’interno dell’intestino e utilizzata anche per il riassorbimento dei liquidi.  Pare abbia anche degli effetti positivi sul metabolismo perché lo stimola e migliora in generale lo stato fisico.

E’ anche Interessante il fatto che possa attenuare dolori e tensioni. E’ usato Soprattutto per lenire dolori come mal di testa, ma è anche utile in caso di gonfiori e ferite.

Può essere infine impiegata nel trattamento delle infiammazioni delle vie respiratorie e della pelle in generale. Ha Anche degli effetti benefici sulla psiche e nello specifico pare riesca ad offrire Armonia, pace interiore, equilibrio e serenità.